Strict Standards: Declaration of YOOtheme\Theme\Wordpress\MenuWalker::walk() should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /hosting/web/test.zmc.it/wp-content/themes/yootheme/vendor/yootheme/theme/platforms/wordpress/src/Wordpress/MenuWalker.php on line 9

Home / Blog / Catene con perni ramati

  • Home
  • Catene con perni ramati

Catene con perni ramati

La ramatura dei perni è storicamente una caratteristica tipica e riconoscibile di varie catene ZMC.

Il rivestimento galvanico di rame viene eseguito sui perni delle nostre catene per precisi motivi tecnici che coinvolgono sia la qualità del prodotto che la sicurezza sul lavoro.

L’operazione di ribaditura conclude il montaggio delle catene, essa prevede una deformazione plastica della testa dei perni per garantirne la tenuta in presenza di spinte assiali.

Per ottenere una ribaditura efficace è necessario che i perni non siano eccessivamente duri, la stessa caratteristica è importante per evitare che schegge di metallo si stacchino dal componente mentre subisce la deformazione.

La resistenza all’usura della catena, tuttavia, richiederebbe esattamente il contrario, ovvero un perno con durezza superficiale più elevata possibile.

La ramatura interviene proprio per trovare una soluzione a queste due opposte esigenze. I perni vengono integralmente rivestiti di rame, quindi sono rettificati sulla parte cilindrica in modo che il rivestimento rimanga solo sulle teste. Durante il processo di trattamento termico il rame inibisce la diffusione del carbonio nella matrice metallica dell’acciaio, in tal modo le aree ricoperte di rame non si induriscono. Al termine del processo i perni ramati di ZMC presentano entrambe le caratteristiche ideali: elevata durezza della parte cilindrica, tale da garantire le migliori prestazioni di resistenza a usura, e una testa morbida, facile e sicura da ribadire.

Un ulteriore vantaggio garantito dalla ramatura è la protezione contro l’ossidazione che il rivestimento galvanico garantisce alla testa del perno, inclusa la zona di accoppiamento forzato con la piastra.

Per maggiori informazioni, non esitare a contattarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *